Revit e revisioni

In questo post parleremo di revisioni, o meglio,di quello che è possibile fare, all’interno di Revit, per gestire le revisioni a cui necessariamente viene sottoposto un file durante il processo di progettazione.

Sappiamo, infatti, che quando si lavora con un software di questo genere lo si fa su di un file unico, e che tale file viene sempre aggiornato all’ultima versione del modello di edificio che si sta definendo. Questo rende un pò problematica, o quantomeno diversa rispetto ai cad tradizionali, la procedura per tenere traccia di tutte le modifiche che vengono effettuate al modello. Tuttavia Revit possiede tutti gli strumenti per svolgere con precisione anche questo compito.

In paticolare possiamo contare su:

•Il pannello revisioni.

•Le nuvole di revisione.

•Le etichette di revisione.

•Gli abachi delle revisioni.

Il pannello delle revisioni (figura 1) ci permette di creare una revisione, numerarla (con un codice numerico o alfanumerico), assegnare la revisione ad un particolare utente che avrà il compito di eseguirla materialmente, e ancora, tenere traccia di chi l’ha emessa (il responsabile della revisione).

Figura 1 - Il pannello Emissione/Revisione tavole

Figura 1 – Il pannello Emissione/Revisione tavole

Le nuvole di revisione (Figura 2) hanno il compito di individuare graficamente gli elementi oggetto di modifica all’interno di una vista.

Figura 2 - Nuvola di revisione.

Figura 2 – Nuvola di revisione.

Le Etichette ( Figura 3) fanno da “collegamento grafico” tra le nuvole e le revisioni assegnate a quest’ultime.

Figura 3 - Etichetta nuvola di revisione

Figura 3 – Etichetta nuvola di revisione

In fine ci sono gli abachi delle revisioni (Figura 4), tabelle specifiche delle famiglie di cartiglio, in cui, tra le altre cose, è possibile tenere traccia di chi, quando, e perchè è stata effettuata una revisione.

Figura 4 - Esempio di Abaco delle revisioni.

Figura 4 – Esempio di Abaco delle revisioni.

Bene, cominciamo ad addentrarci nell’argomento definendo un preciso workflow che è possibile seguire per gestire le operazioni di revisione.

  • Una volta stabilite le modifiche al progetto da effettuare il responsabile delle revisioni per il gruppo di lavoro le crea attraverso la finestra di dialogo emissione/revisione tavole. Creare una revisione significa semplicemente creare un elenco delle modifiche da apportare al progetto.
  • Uno o più utenti modificano il progetto come stabilito.
  • Si duplicano le viste in cui si sono apportate le modifiche creandone di dedicate alle sole revisioni.
  • All’interno di queste viste si disegnano delle nuvole di revisione attorno agli elementi/zone oggetto di modifica.
  • Si associa ad ogni nuvola una revisione. Questo permette, selezionando la nuvola, di sapere quali sono state le modifiche apportate, semplicemente leggendo la descrizione dall’omonimo parametro (Figura 5).
    Figura 5 - Assegnare una revisione ad una nuvola.

    Figura 5 – Assegnare una revisione ad una nuvola.

     

  • Il passo successivo consiste nell’associare una Etichetta di revisione a ciascuna nuvola in modo da avere un riscontro anche grafico/visivo della revisione associata alla nuvola.
  • Una volta pronte le viste si inseriscono all’interno di una o più tavole dedicate alle revisioni, avendo cura di utilizzare una famiglia di cariglio in cui sia stato definito un abaco delle revisioni e verificando che quest’ultimo venga completato correttamente.
  • In ultimo si emette la revisione dall’apposito pannello per indicare che il lavoro su di essa è concluso.
Figura 6 - Emissione Revisione

Figura 6 – Emissione Revisione

Seguendo questa procedura l’operazione risulta essere per nulla complessa e anche piuttosto rapida.

Spesso tuttavia accade che responsabile del progetto non sia in grado o non possa (perché magari fuori sede)  utilizzare Revit per supervisionare il processo di modifica. In questo caso è possibile collegare un file DWF (magari salvato all’interno di una piattaforma di cloud storage perché sia facilmente accessibile) e usare un programma gratuito di casa Autodesk denominato Design Review (che potete scaricare qui). In questo caso il flusso di lavoro sarà leggermente diverso:

Arrivati ad un certo punto del processo di sviluppo del progetto si crea una o più tavole con le viste che si desiderano sottoporre al responsabile per l’approvazione.

Le tavole create si esportano in DWF (menu dell’applicazione>Esporta>Dwf).

Il responsabile del progetto (o un collaboratore piuttosto che il cliente) può visionarle utilizzando Autodesk design Review. Il software è in inglese ma di facile utilizzo e  consente di visionare, misurare, stampare, inserire annotazioni, nuvole di revisione con tanto di descrizione, non che timbri per l’approvazione o il rifiuto. In pratica tutto cio che serve ad indagare il progetto senza però potere apportare modifiche al modello. In effetti lo strumento risulta anche idoneo per la “protezione” del modello da modifiche apportate da mani poco esperte.

Figura 7 - revisione effettuata con Design Review.

Figura 7 – revisione effettuata con Design Review.

Una volta esaminato il progetto e fornito tutte le indicazioni del caso il responsabile salva il file DWF che a questo punto può essere collegato al file di Revit (Inserisci>Revisione DWF). In questo modo gli utenti recepiscono le informazioni riguardanti le modifiche da apportare e il processo progredisce seguendo il workflow descritto precedentemente.

Anche in questo caso la procedura è piuttosto fluida ed efficace.

L’unica nota dolente del processo, risulta essere l’impossibilità di ripartire da una versione pre-modifica del file, nel caso si decidesse di fare marcia indietro rispetto a specifiche scelte progettuali che si è in un primo momento deciso di seguire.

L’unico modo di procedere quindi, per evitare di trovarsi in situazioni imbarazzanti, consiste nel valutare attentamente l’entità delle modifiche che si stanno apportando, e nel caso siano consistenti, salvare una copia pre-modifica del file da tenere in archivio.

Buone revisioni e continuate a seguirci!!.

No Comments

Leave a Comment


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.