Revit 2016 R2 – Nuove funzionalità

Come già accaduto lo scorso anno, dopo aver consentito l’accesso alle nuove funzioni attraverso la piattaforma Revit Sunrise, da ieri con il rilascio dell’update R2 queste ultime sono state rese disponibili agli utenti con contratto di subscription attivo. Andiamo a vedere un elenco dei nuovi e preziosi alleati per il lavoro con Revit.

  • Ridisegno dei soli elementi visibili all’interno di una vista. Consente di ottimizzare la rigenerazione del modello durante la navigazione con un risparimio di tempo fino al 50%.
  • Parametri globali. Attraverso questi parametri di valenza globale in ambiente di progetto è possibile controllare i parametri di altre istanze di elementi, in modo del tutto analogo ad un collegamento di parametri tra famiglie nidificate. Pensate ad esempio alla possibilità di comandare la variazione del numero di file di una matrice di sedute all’interno di un locale in funzione delle variazioni di dimensione di quest’ultimo.
  • Preview della visibilità degli elementi di una famiglia. Finalmente è possibile apprezzare l’anteprima di visibilità delle geometrie direttamente in ambiente di editor delle famiglie, senza dover procedere al caricamento della famiglia in ambiente di progetto.
  • Collegamento di files attraverso l’opzione Auto – Punto base progetto – Punto base progetto.
  • Annullamento di una stampa/esportazione multipla.
  • Separazione tra filtri basati su selezione e filtri basati su regola. Prima dell’applicazione di un filtro ad una vista, nella maschera dedicata alla selezione risulta chiara la suddivisione tra le due tipologie, evitando confusione.
  • Scaricamento di un file collegato per-utente. Possibilità di scaricare un collegamento solo per l’utente attivo in sessione, senza che la modifica interferisca sugli altri utenti che stanno operando sul modello.
  • Scroll del browser di progetto. Il browser di progetto conserva la posizione di scroll con riferimento alla vista in cui questa è stata raggiunta, evitando di dover ogni volta riposizionarla manualmente dopo aver cambiato la vista di lavoro.
  • Rinomina dei piani di lavoro. E’ possibile rinominare un piano di lavoro direttamente nella vista dopo averlo selezionato, senza dover accedere alla finestra delle proprietà.
  • Algoritmo Autodesk Raytracer. E’ ora possibile personalizzare la qualità del render per: Livello (Breve, Lungo), Tempo complessivo di rendering, Fino a quando è soddisfacente.
  • Strumento ringhiera. Finalmente è possibile visualizzare un’anteprima dell’elemento durante il suo editing.
  • Viste prospettiche. Inserita la possibilità di utilizzare i comandi Copia ed Incolla all’interno di una vista di prospettiva.
  • Strumento Muro. Nella barra delle opzioni è stata inserita la possibilità di definire se i giunti debbano o meno essere abilitati, prima del tracciamento dell’elemento.

Decisamente una serie di strumenti tutt’altro che banali ed in grado di incidere significativamente sul modo di operare in Revit.

Buona sperimentazione

2 Comments

Raoul

about 4 anni ago Rispondi

Grazie Marco Puntuale e preciso su quanto implementa la release 2 di Revit 2016 Non resta che provare. Avendo la versione student è possibile scaricare le implementazioni? Un saluto Raoul

Marco Bonazza

about 4 anni ago Rispondi

Grazie Raoul. Sì le implementazioni vengono rese disponibili anche per le licenze student, di solito dopo qualche tempo dall'uscita per gli utenti subscription.

Leave a Comment


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.