Angolo dello strutturista_2015 – I Nodi Strutturali.

2 _ I nodi strutturali.

Eccoci al secondo appuntamento della nostra rubrica. Modellata la struttura principale (se non l’ho avete ancora fatto potete leggere l’articolo qui), il passo successivo consiste nello sviluppare i singoli snodi (trave-pilastro trave-trave etc).

Allo scopo di risolvere le diverse situazioni, sfrutteremo la proverbiale potenza di Autodesk Revit, nella personalizzazione degli oggetti, in modo da poter sviluppare le singole famiglie (parametriche oppure no) che si renderanno necessarie.

Nodo 1: trave/pilastro.

L’obbiettivo da porsi è quindi lo sviluppo di famiglie dotate di caratteristiche il più possibile rispondenti alle necessità definite in fase progettuale, da noi, o dal reparto di calcolo strutturale, in modo da ottenere un risultato realistico come quello rappresentato in figura 1_A/B.

Figura 1_A. Nodo trave pilastro immagine reale.

Figura 1_A. Nodo trave pilastro immagine reale.

Figura 1_B. Esempio di rappresentazione nodo trave pilastro "digitale".

Figura 1_B. Esempio di rappresentazione nodo trave pilastro “digitale”.

In relazione al fatto che molto spesso alcune situazioni all’interno del progetto si ripetono con piccole variazioni, come primo step, è utile crearsi una famiglia parametrica caratterrizzata da ampia flessibilità, con il fine di poterla adattare più facilmente alle diverse esigenze. A questo scopo, sebbene normalmente nello sviluppo di una famiglia sia vivamente consigliato la scelta di un modello appartenente alla categoria in cui si ritiene di far ricadere l’elemento in creazione,  il suggerimento è quello di partire da un file di modello generico metrico.

3

Aperto un nuovo file, a partire dal modello suggerito, il passo successivo consiste nel modellare e parametrizzare  geometrie (solide ed eventualmente vuote) in modo tale da avere una Famiglia asservita al raggiungimento dello scopo (ovvero risoluzione come da indicazioni progettuali del nodo) e funzionante a livello parametrico.

NOTA:

Non è mia intenzione in questa sede illustrare i passaggi per la realizzazione della Famiglia in Figura 3, in quanto, lo spazio a disposizione non sarebbe sufficiente e, soprattutto, rischierei di distogliere l’attenzine dal fulcro di questi interventi che è la descrizione di un “metodo” procedurale (affronteremo l’argomento sviluppando una famiglia di piastra nella prossima puntata).

Figura 3 - Esempio di famiglia parametrica per la risoluzione Nodo/Pilastro.

Figura 3 – Esempio di famiglia parametrica per la risoluzione Nodo/Pilastro.

 

Una volta modellato e parametrizzato a dovere l’elemento, il prossimo passo consiste nell’assegnare  la categoria alla Famiglia dall’apposito comando Parametri e categorie di famiglia (Figura 4).

5Figura 4 - Lo strumento parametri e categoria famiglia.

Figura 4 – Lo strumento parametri e categoria famiglia.


Facendo click sul comando, è possibile assegnare la categoria corretta alla famiglia appena modellata ovvero Connessione Strutturale (Figura 5).

Figura 5 - Family category  Structural Connection.

Figura 5 – Family category Structural Connection.

 

Nella sezione Parametri Famiglia della medesima finestra è necessario  impostare il materiale Acciaio (Steel) nel parametro Comportamento Materiale e attivare la casella di controllo del parametro Condiviso (Shared)( Figura 6).

Figura 6 - L'opzione condivisa tra i parametri della categoria di famiglia.

Figura 6 – L’opzione condivisa tra i parametri della categoria di famiglia.

 

Le due operzioni anno lo scopo, rispettivamente, di definire il materiale strutturale dell’elemento, cosa  influenzerà il suo relazionarsi con gli altri elementi in ambiente di progetto e permettere,  tramite la creazione di un  abaco, di contabilizzare tutte le famiglie in pochissimi click.

Bene, in questa puntata ce la caviamo con questi semplici passaggi, nella prossima indagheremo la procedura e produrremo la famiglia necessaria alla definizione di una piastra Trave/mensola.

 

logo studio

 

No Comments

Leave a Comment


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.