Lavorare con Revit Structure – Parte terza

Ripetendo i passaggi illustrati nei post precedenti è possibile inserire l’armatura nell’intera struttura, con un risultato finale molto simile a quello mostrato in Figura 1.

Armatura nell’intera struttura

Figura 1

Da qui in avanti Revit da il massimo, vediamo quindi cosa è possibile fare con questo software spettacolare!!

Facendo uno zoom su un nodo, notiamo che la nostra armatura, è un apparente groviglio di linee bidimensionali.

Particolare dell’armatura

Figura 2

A questo punto, Revit ci offre la possibilità di creare un Modello di Vista,  (Template View se utilizzate il software in versione inglese), che permetta di  visualizzare  meglio e di conseguenza aumentare la leggibilità e comprensione  del modello che abbiamo realizzato; obbiettivo di qualsiasi elaborato grafico a carattere tecnico.

Per una maggior comprensione attivate lo stile di visualizzazione Wireframe in modo da vedere il contenuto dei nostri elementi strutturali.

5 copia

Sempre nell’ottica di una maggiore leggibilità elevate il grado di dettaglio della vista a Alto

Selezionate  tutti gli oggetti del modello, è  filtrateli per ottenere la selezione delle sole armature.

Con le armature selezionate, nel pannello delle proprietà  compare un nuovo comando che  permette di visualizzare in modo tridimensionale le stesse. Questo strumento è visualizzato all’interno del  gruppo denominato Grafica/Graphics: View Visibility States

Fate click sul comando indicato in Figura 5 ovvero il pulsante  “Edit…”

3 copia

Figura 5

In questo modo compare un’altra schermata, che vi permette di decidere quello che volete vedere ed in che modo lo volete visualizzare nelle viste del vostro modello.

Per ora limitiamoci a visualizzare le armature  tridimensionali solo nella vista 3D, per non appesantire troppo le operazioni di rotazione/navigazione del modello.

4 copia

Figura 6

Attiviamo la casella di controllo indicata in Figura 6 e quindi fate click su OK. Noterete che l’armatura inizia ad essere più “reale” ovvero più chiara e leggibile.

A questo punto è possibile inventarsi ogni tipo di rappresentazione grafica, (largo alla vostra immaginazione….) utilizzando filtri e sostituzioni di visualizzazione grafica (strumenti presenti in ogni versione di Revit), basandoli sul diametro delle barre impiegate, oppure sul passo con cui sono state inserite nei singoli elementi strutturali. Nel workflow che adottiamo all’interno del nostro studio troviamo estremamente comunicativo suddividere le varie armature in base all’elemento ed al diametro delle barre.

Non è una regola ma uno “Standard” scaturito dalla nostra esperienza, che finora  ha riscontrato successo e comprensione immediata da parte degli operatori finali.

In questo modo è possibile passare da una visualizzazione come questa

6 copia

Figura 7

Ad una più immediata come questa.

7 copia

Figura 8

a voi l’ardua sentenza!!

La nostra opinione è che con un’ immagine di questo tipo affiancata da una legenda con corrispondenze colore/posizione colore/diametro, anche un operaio non necessariamente specializzato sarebbe in grado di procedere all’assemblaggio di un’armatura di qualunque complessità.

To BIM continued…. ☺

Arch. Davide Facchetti

Logo Studio Facchetti

2 Comments

Arturo

about 3 anni ago Rispondi

Complimenti, davvero molto immediato ed intuitivo!

davide

about 3 anni ago Rispondi

Grazie Arturo!

Leave a Comment


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.