Tips – Altezza minima di un sottotetto – Parte 2

Oggi affrontiamo una modalità differente per individuare una specifica quota altimetrica su una falda di copertura, in particolare su quelle realizzate mediante Tetto da estrusione.

Come anticipato in chiusura del post precedente, durante un recupero di sottotetto sarà tutt’altro che infrequente la presenza di abbaini all’interno della copertura (Figura 1).

Figura 1

Figura 1

Ora questa particolare tipologia di copertura viene normalmente realizzata utilizzanto lo strumento Tetto da estrusione, il che ci preclude l’utilizzo del metodo visto in precedenza basato sul Livello di taglio, per individuare una quota altimetrica precisa sulla falda (Figura 2). Non ci resta dunque che trovare un altro modo per ricercare un’intersezione tra le falde della copertura ed il nostro virtuale piano di altezza minima. Prendiamo in prestito il metodo delle intersezioni proposto da Marcello Sgambelluri nella sua class all’Autodesk University 2012 . Il concetto è estremamente semplice, si tratta di realizzare un’elemento “a perdere” che andremo ad unire alla geometria delle nostre falde in modo che revit calcoli automaticamente le linee di intersezione tra queste geometrie. Avendo bisogno di un elemento che rappresenti un piano orizzontale abbiamo diverse opzioni a nostra disposizione; scegliamo un pavimento.

Figura 2

Figura 2

Metodo delle intersezioni

Realizziamo un semplice solaio di forma rettangolare di dimensioni sufficienti da intersecare completamente la copertura, sul livello realizzato in precedenza, il suo estradosso corrisponderà al piano d’intersezione che ci interessa individuare (Figura 3).

Figura 3

Figura 3

A questo punto ci basta semplicemente unire la geometria delle falde con il pavimento ed otterremo dei bordi selezionabili a cui riferire il tracciamento dei nostri muri e procedere esattamente come visto nel post precedente. In questo specifico metodo può risultare più facile procedere in una vista tridimensionale in cui avremo isolato le sole coperture ed il solaio, in modo da operare senza distrazioni (Figura 4).

Figura 4

Figura 4

Conclusa la selezione delle linee che ci interessava conoscere, possiamo tranquillamente cancellare il solaio “a perdere” e con esso spariranno le intersezioni sulla copertura, ma non i nostri piani di riferimento o i muri tracciati in corrispondenza di queste ultime.

No Comments

Leave a Comment


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.